Missioni sul lato paraguayano


5 novembre 2014

Oggi sveglia in tutta calma per recuperare dalla nottata precedente. La luce del sole è stata un'ottima maniera di iniziare la giornata visto che avevo in programma di visitare due missioni sul lato paraguayano. Per prima cosa mi sono procurato colazione e pranzo presso un supermercato per poi prendere il bus "internazionale". In 15 minuti, attraversando il Rio Paranà, ero ad Encarnacion in Paraguay (15 ars/1,4€). Ho ritirato 900US$ da cambiare in Argentina per abbattere la fluttuazione dei prezzi guadagnando ben il 55% con il cambio al mercato non ufficiale. Normalmente sarebbero 8,5AR$ per 1US$ mentre al mercato "blu" per 1US$ si riescono ad ottenere ben 13,2AR$. Mi è stato consigliato dagli stessi argentini anche perché loro non hanno la possibilità di cambiare il debole ed instabile pesos con una moneta forte come il dollaro o l'euro e questo è l'unico modo con il quale riescono ad ottenerli. Per raggiungere la missione di Trinidad ho preso un altro mezzo che in un'ora ha raggiunto la località.

Foto 1
Foto 1
Foto 2
Foto 2
Foto 3
Foto 3

La tranquillità del luogo e l'assenza di orde turistiche hanno reso la passeggiata tra le rovine molto rilassante. Il contrasto tra il cielo azzurro, il bel prato verde e le pietre rosse delle costruzioni era favoloso! Questa missione è la meglio conservata e si possono apprezzare molte più decorazioni rispetto alla visita di ieri (foto 1, 2, 3, 4). Per visitare la missione di Jesus ho preso un bus sulla strada principale ed in 20 minuti ero a destinazione. Qui d'interessante c'era solo la chiesa con l'ingresso a triplo arco in stile moresco, i giganteschi basamenti delle colonne ed i maestosi muri perimetrali (foto 5, 6, 7).

Foto 4
Foto 4
Foto 5
Foto 5
Foto 6
Foto 6

Questa struttura non fu completata in tempo prima della partenza dei missionari ed è rimasta così come la vediamo oggi. Per tornare all'incrocio principale a prendere il bus per Encarnacion non c'erano più collectivos e mi sono fatto dare un passaggio in moto da un signore. La velocità massima era di 20km/h ma almeno ho apprezzato il paesaggio da favola (foto 8). Un misto tra i verdi prati della Svizzera e le colline della Toscana con in più le palme. Veramente un bel posto! Tornato ad Encarnacion ho preso lo stesso bus "internazionale" per tornare a Posadas in Argentina, ma stavolta alla dogana c'era una coda impressionante e la lentezza dei controlli a fatto si che perdessimo il bus che nel frattempo era andato oltre. Ne ho approfittato per passeggiare lungo la costanegra che fiancheggiata il fiume/confine tra le due nazioni e da oggi non dovrei più varcare dogane per un po' (foto 9).

Foto 7
Foto 7
Foto 8
Foto 8
Foto 9
Foto 9

Siccome Posadas aveva dato tutto ciò che poteva darmi, ho deciso di provare a prendere un bus per Buenos Aires. Sono arrivato giusto un tempo per prendere l'ultimo utile che partiva alle 22:15 e sarebbe arrivato a destinazione 14 ore dopo. Preso il biglietto mi sono subito addormentato ma dopo neanche un'ora di viaggio ci siamo fermati per cena. Il posto era della stessa compagnia ed il pasto compreso nel biglietto. Pollo con riso, vino e dolce. Mica male! (foto 10). Una volta ripartiti ho ripreso a dormire nelle comode poltrone semi-cama. Ne avevo proprio bisogno!


Posadas 22:30 -> Buenos Aires 12:30

(560ars/53€)

Foto 10
Foto 10

comments powered by Disqus