Dalla Bolivia al Cile


24 ottobre 2014

Spero che questa si possa rivelare in futuro la peggior notte di tutto il viaggio. Ho avuto febbre alta, brividi ed ho vomitato cinque volte. Non avendo né la forza né la grinta per affrontare il gelido ambiente fuori dal mio sarcofago, ho adoperato una busta di plastica che avevo a portata di mano. Per completare il quadro Augusto il brasiliano non riuscendo a trovare la porta della stanza si è messo ad urinare contro il muro molto vicino al mio zaino! Siamo riusciti ad indirizzarlo verso l'uscita così ha completato l'opera altrove. La sveglia era alle 4 ed anche se la febbre era scesa mi sono alzato con difficoltà. Per le 5 siamo partiti e durante tutto il tragitto fino al geyser ho dormito. Giunti a destinazione sono sceso dall'auto ed anche con due pile e due giacchetti sentivo ancora freddo. La fumarola più grande sembrava una pentola a pressione gigante mentre un altro cratere sputava terra che bolliva al suo interno. Impressionante! (foto 1 e 2). Altro spostamento ed altra dormita questa volta fino alla laguna verde. Un paio di rapide foto e di nuovo in auto a ripararmi dal vento (foto 3).

Foto 1
Foto 1
Foto 2
Foto 2
Foto 3
Foto 3

Da qui ci siamo diretti al confine con il Cile che distava pochi km (foto 4). Per fortuna comnciavo a sentirmi meglio ed avevo anche una discreta fame. Altri panorami lunari passando dai 4000 mt della Bolivia ai 2500mt di San Pedro de Atacama che si trova in pieno deserto. Sbrigate le pratiche doganali i due brasiliani (Everton ed Augusto), il neozelandese (Quentin), un australiano ed io abbiamo trovato una sistemazione con 5 letti in camerata (foto 5, 8.000clp/10€). Per prima cosa doccia! L'ultima risaliva al 20 ottobre e ne avevo proprio bisogno, e successivamente ho pranzato mangiando solo frutta. La bella S. Pedro, con stradine sterrate e la classica disposizione in quadras dei vari isolati è proprio carina. Case, muri di cinta ed una chiesetta in adobe sono tutti intonacati di bianco (foto 6 e 7).

Foto 4
Foto 4
Foto 5
Foto 5
Foto 6
Foto 6

Il caldo torrido mi ha portato in un locale per rilassarmi con gli altri e dopo tre giorni senza rete e wifi ho potuto riconnettermi con il mondo! Verso sera la febbre si è rifatta sentire e mi sono messo a letto presto, ma nel frattempo in camera è stato organizzato un piccolo party con birra, vino ed altri "prodotti" locali. Per fortuna sono tutti usciti verso le 23 ed in cinque secondi mi sono addormentato.

Foto 7
Foto 7

comments powered by Disqus