Il mio lume di candela...

Tra le tante esperienze avute, quella di rimanere senza corrente mi mancava. Ben inteso, ho fatto anche io un po' di sano campeggio, ma bene o male anche li una presa per ricaricare un cellulare si trovava. E ritrovarsi senza corrente in casa non mi era mai capitato. Un mesetto fa è arrivato un conguaglio della società della luce comprendente la bellezza di 4 anni, cosa per me assurda, e la padrona di casa stava aspettando a pagare per capire prima di tutto se è una cosa che possono fare (asso-consumatori, sto arrivando), secondo poi come pagarla. Sta di fatto che questi begli infamoni oggi, intorno alle 19, hanno staccato la corrente. Certo, ci hanno lasciato la bellezza di mezzo kilowatt di potenza, e per riuscire a tenere acceso almeno il frigo abbiamo dovuto staccare ogni spina di casa, anche quelle che lasciavano accesa a malapena una lucetta rossa di stand by di qualche apparecchio.

Detto ciò, è incredibile come la tecnologia odierna permetta a chiunque, con un po' di fortuna, di potersi collegare ad internet anche senza corrente in casa. C'è chi si aggancia alla rete di qualche vicino poco attento, oppure chi è abbastanza fortunato di avere il portatile con la batteria quasi completamente carica e uno smarthphone con connessione 3g. Ed ecco quindi, il mio portatile a lume di candela...

Candela e netbook, e il nerd campa...
Candela e netbook, e il nerd campa...