Il mio 11 settembre 2001...

Di solito quando si parla di una giornata entrata, nel bene o nel male, nella storia, si inizia il racconto dicendo "Ricordo bene quel giorno...". Io invece quell'11 settembre del 2001 non lo ricordo molto bene, ne ho ricordi confusi. La Roma aveva vinto da pochi mesi lo scudetto, girando per la città si potevano ancora trovare i segni dei festeggiamenti durati quasi un mese. All'epoca gli uffici della società in cui lavoro tutt'ora erano a Trigoria, e quel periodo andare a lavorare la mattina era bello, trovando la via principale addobbata a festa con i colori della mia squadra. Ricordo la televisione dell'ufficio e le immagini delle torri che cadevano, poi tutto si confonde. Quella sera la Roma giocava in Champions League con il Real Madrid, io avevo il biglietto di curva e mia madre era preoccupata che andassi allo stadio. Il mio ricordo è quello di uno stadio traumatizzato, silenzioso, ma poi vedendo le immagini ad anni di distanza mi rendo conto che non fu così: nel classico minuto di silenzio lo stadio applaudiva, eppure io lo ricordo muto. Forse nella mia testa, quella sera, era tutto così strano che non mi rendevo conto davvero di cosa stesse accadendo. Ad oggi sarei curioso di rivedere i primi minuti di quella partita (finita per la cronaca 2 a 1 per il Real), perché mi ricordo dei giocatori che inizialmente sembravano non sapere cosa fare con il pallone, da una parte e dall'altra, ma a questo punto potrebbe essere stato solo un ricordo dovuto al mio stato in quel momento.

A ripensarci oggi, la cosa che mi scioccò non fu tanto la morte di quelle persone (una tragedia, per carità, ma ne muoiono una media di 25.000 al giorno solo per la fame), quanto il fatto che venisse colpito un simbolo così importante del mondo occidentale e, soprattutto, così lontano dalle zone di guerra. Era la presa di coscienza che in qualsiasi momento una cosa simile sarebbe potuta accadere anche qui da noi, in uno stadio come magari in un sabato sera a Trastevere...

Roma - Real Madrid, 11 settembre 2001.
Roma - Real Madrid, 11 settembre 2001.